Stefania Sabatino – Time-Sensitive

Posted on 30 aprile 2012

0



TIME-SENSITIVE è il tema dell’esposizione e dell’istallazione dell’artista Stefania Sabatino, evento che si terrà nell’ambito di ’O Brunch: l’incontro a tavola del sabato di Palazzo Caracciolo, hotel della collezione MGallery del gruppo Accor, con la collaborazione dello chef Aldo Lanotte.

Per l’occasione la Sabatino, esporrà parte della sua produzione pittorica nello splendido Chiostro della carrozze di Palazzo Caracciolo, residenza trecentesca della famiglia Caracciolo e di illustri personaggi, oggi convertito in uno Hotel della collezione M Gallery del Gruppo Accor Hospitality.

Una cornice d’epoca per delle opere d’arte contemporanea, dipinti olio su tela, che svelano la sensibilità della natura dell’artista, attraverso soggetti dalla forte corporeità, nudi di « esseri » che con le loro forme sinuose e avvolgenti, esprimono la loro urgenza di « esistere » e il forte desiderio di comunicare.

Attraverso le particolari inquadrature paragonabili a delle zumate, l’artista sceglie e rappresenta particolari che lasciano intravedere quell’unicum che cerca; ed ecco apparire corpi o parti di essi, corpi dipinti con forti cromatismi, membra pervase da colori brillanti che si fondono e si sfumano tra loro, creando un divenire di suggestioni emotive, che s’impongono all’osservatore, e che richiamano e coinvolgono i sensi dei visitatori anche più distratti, per mostrare loro la strada da intraprendere per un lungo viaggio attraverso emozioni e significati simbolici.

Scuotiamo le nostre anime, colleghiamo nuovamente il nostro cuore con il nostro cervello ed usiamolo, perche come dice Voltaire:

«Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto!»

Questo è anche il tema dell’installazione che accoglierà i visitatori all’evento, dove ad una tavola apparecchiata siederanno ospiti inattesi, ospiti che avendo smesso di ascoltare il loro cuore, mostreranno agli occhi dei più quello che sono diventati, per aver dato sfogo ai loro istinti più bassi, danneggiando se stessi ed il loro prossimo.

Il corpo, l’istinto e il sentimento s’incontrano ad un tavolo per un brunch e si confrontano!

E voi sarete capaci di aprire i vostri cuori e confrontarvi?

 Stefania Sabatino (1970), artista e docente di Disegno e Storia dell’Arte, è stata allieva del Maestro Carmine Di Ruggiero presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli dove ha conseguito la Laurea in Pittura e la specializzazione in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo.

Durante la sua vita artistica, affianca all’attività di pittrice quella d’illustratrice, realizzando illustrazioni per varie pubblicazioni, ma anche decoratrice, designer e scenografa, prova ne è la realizzazioni di alcune sue opere pittoriche, che ben sposa e arricchiscono, le esecuzione teatrali e musicali di opere come la “Traviata” e la “Tosca”.

Nel 1985 inizia il suo percorso espositivo, tra le più significative mostre collettive, si evidenzia la recente partecipazione al Padiglione Campano della 54 Biennale di Venezia e l’esposizione “Artisti dall’Italia Nel nostro Tempo” presso la Galleria Del Mese Fischer al Kunst Forum International ed ancora la presenza di suoi lavori alla mostra dedicata alla poetessa Alda Merini, tenutasi presso la Galleria d’Arte ART di Ancona, e tante altre ancora.; tra le mostre si evidenzia la personale : “Frammanti”presso il Museo Mineralogico Campano. Alcune delle mostre personali si sono tenute anche nelle storiche sedi di Villa Campolieto ad Ercolano, di Villa Bruno e Villa Vannucchi a San Giorgio a Cremano, presso le sedi dell’Istituto francese il Grenoble e a Palazzo Crispi a Napoli; e sempre a Napoli con la personale “Reflexes” abbinata all’omonima installazione, presso lo spazio espositivo dello studio d’arte Le Muse curate da Joanna Irena Wrobell e Maria Antonietta Roselli e con le stesse curatrici e con la presentazione di Ciro Cacciola si è cimentata nella personale “Travelling-corpi in movimento” dove al vernissage si è tenuta l’omonima performance.

Inoltre una sua creazione è stata selezionata ed ha partecipato alla mostra del libro d’artista tenutasi a Barcellona presso la Galleria RED03, curata da Enrichetta Cardinale e Marcella Sardon.

Negli anni, la sua ricerca artistica, si è evoluta e si è arricchita di nuovi mezzi espressivi. Nel suo lavoro si combinano la scultura e la pittura a tal punto da creare delle nuove espressioni: le “plasto-espansioni” così definite dal critico Angelo Calabrese.

Si è avvicinata alla scrittura creativa, realizzando creazioni che lei stessa definisce “pitto-poesie”, oppure cimentandosi in performance, che possono anche includere eventi di tipo “happening”, con inserimento di azioni e testi di supporto all’opera o all’evento in corso,operazioni che hanno visto l’artista cimentantarsi con operazioni body painting eseguite dal vivo, unitamente a musica, danza e recitazione.

Hanno scritto di lei e delle sue opere per vari articoli, libri e cataloghi: Angelo Calabrese, Antonio Carosella, Marco Di Mauro, Massimo Duranti, Mario Guaraldi, Mario Maiorino, Vittorio Sgarbi, Federico Orsini, Domenico Orsini, Serenella Volpe ed altri.

 

Annunci
Posted in: comunicati